Accertamento e Studi di settore: sufficienti se il contribuente non si discolpa.Corte di cassazione – Sezione V civile – Ordinanza 30 settembre 2019 n. 24330

Posted On Ottobre 2, 2019 at 6:34 pm by / No Comments

Categoria:

Descrizione

Accertamento Studi di settore: sufficienti se il contribuente non si discolpa

Isabella Buscema commenta sul Sole del 30 settembre 2019 la Cassazione n. 24330.

Il contribuente che non si presenta al contenzioso in fase predibattimentale per contestare il risultato dell’accertamento con studi di settore ha poche chances di difendersi nelle fasi successive.

La decisione. Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 24330/19. La Corte ha precisato che gli studi di settore anche se non poggiano su elementi gravi, precisi e concordanti, tuttavia, gli strumenti nel tempo si sono sempre più affinati così da diventare uno strumento di accertamento a tutti gli effetti. In seconda battuta una volta applicato lo strumento e, quindi, in presenza di elementi quali l’antieconomicità dell’attività il contribuente in fase contenziosa può esporre le proprie difese, ma il cittadino nemmeno in questa fase ha esposto nulla, nella convinzione errata che gli studi di settore non potessero da sé rettificare quanto dichiarato dal contribuente. (Leggi tutto su Accertamento Studi di settore: sufficienti se il contribuente non si discolpa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *