Iva, operazioni inesistenti, onere della prova.

IVA – Operazioni soggettivamente inesistenti – Onere di prova a carico dell’Amministrazione – Onere di prova a carico del contribuente.

Categorie: , Tag:

Descrizione

Ordinanza del 13/07/2020 n. 14876 – Corte di Cassazione – Sezione/Collegio 5

IVA – Operazioni soggettivamente inesistenti – Onere di prova a carico dell’Amministrazione – Onere di prova a carico del contribuente.

Fonte def.finanze.it.

Sintesi massima a cura di CERDEF.

In tema di IVA, l’Amministrazione finanziaria, se contesta che la fatturazione attenga ad operazioni soggettivamente inesistenti, inserite o meno nell’ambito di una frode carosello, ha l’onere di provare, non solo l’oggettiva fittizietà del fornitore, ma anche la consapevolezza del destinatario che l’operazione si inseriva in una evasione dell’imposta.

Visita la pagina con l’ordinanzaVisita la pagina con l’ordinanza

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Iva, operazioni inesistenti, onere della prova.”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *